NORIOLO – Cantina Dorgali

11,50

logo_cantina_di_dorgali_le_stradedelvino-300x168

I.G.T. – Isola dei Nuraghi.

Norìolo

Noriolo è un vino rosso a Indicazione Geografica Tipica – Isola dei Nuraghi, ottenuto da uve Cannonau e Cabernet.
Ottenuto da una collezione di varietà autoctone, il Norìolo è generoso come la sua gente e austero come la sua terra. Di colore rosso rubino intenso con lievi riflessi violacei ed un bouquet ampio ed avvolgente. Asciutto, morbido, piacevole e con leggera percezione tannica, si accompagna ai piatti a base di carni grigliate e brasate e formaggi di media stagionatura. Servire a 14-16 °C, stappando la bottiglia 30 minuti prima della mescita.

 

SCHEDA TECNICA NORÌOLO
Classificazione I.G.T. – Isola dei Nuraghi.
Uve 80% Cannonau – 20% Cabernet.
Provenienza Oddoene.
Sistema di allevamento delle viti Cordone speronato.
Vinificazione Fermentazione in contenitori troncoconici in legno per 20-25 giorni, fermentazione malolattica in barriques.
Invecchiamento 6 mesi in barriques di 2° passaggio, 8 mesi in vasche di cemento.
Affinamento In bottiglia per 6 mesi.
Colore Rosso rubino con leggera unghia violacea e molto limpido.
Profumo Ampio ed intenso, con persistenza medio-lunga; si avverte il frutto maturo della mora, con note di marasca ed anche speziate.
Gusto Asciutto, caldo e morbido; ha corpo pieno e consistente con tannini ben levigati che gli conferiscono finezza ed elenganza; lunga la persistenza gusto-olfattiva.
Accostamenti al cibo Primi piatti dai condimenti saporosi, zuppe di legumi, carni brasate e grigliate; formaggi di media stagionatura.
Temperatura di servizio Servire a 14-16 °C, stappando la bottiglia 30 minuti prima della mescita.
Descrizione

logo_cantina_di_dorgali_le_stradedelvino-300x168

DORGALI

Cantina Sociale di Dorgali

Nel lontano 1953, nella costa orientale della Sardegna, un gruppo di agricoltori dorgalesi fonda Cantina Dorgali. Grazie ad una costante crescita, è da oltre mezzo secolo una delle realtà più importanti del mondo vitivinicolo sardo. Oggi Cantina Dorgali affronta una nuova sfida: la realizzazione di un nuovo progetto che riqualifichi le produzioni passando per la valorizzazione della cultura, della storia e delle tradizioni del territorio. Protagonista assoluto è il Cannonau, vitigno principe della vitivinicoltura regionale che in questa area, per le sue peculiarità pedoclimatiche riesce ad esprimere caratteri variatali finora poco conosciuti e non ancora completamente valorizzati.

I cambiamenti migliorativi iniziano dalla vigna, attraverso una diversa cultura e coltura delle produzioni, puntando sulle basse rese per ceppo e programmando tutte le lavorazioni fino alla vendemmia. In cantina poi, le tecnologie non sono sofisticate, ma adeguate all’esigenza di esaltare le caratteristiche varietali del cannonau e degli altri vitigni autoctoni presenti nel territorio. Grazie a questa nuova filosofia il territorio si riappropria della sue vera identità, ritenuta la base per la crescita e la valorizzazione di tutti i vini prodotti.

 

Informazioni aggiuntive
Peso 1.3 kg
Dimensioni 9 × 9 × 34 cm