BARDIA – Cantina Dorgali

6,90

logo_cantina_di_dorgali_le_stradedelvino-300x168

Isola dei Nuraghi I.G.T.

Bardia

Bardia è il vino rosso senza solfiti aggiunti della Cantina di Dorgali, di pronta beva, fresco, un vino che ricorda la campagna e i suoi profumi.

Le uve a bacca rossa autoctone della Sardegna provengono dai vigneti di Isalle, località del territorio di Dorgali, a 150 metri dal livello del mare. Vengono coltivate a cordone speronato ed hanno una densità di 4500 ceppi per ettaro ed una resa di 60 quintali.

Il vino si presenta di colore rosso rubino intenso e vivace, caratteristico e attraente. Netta e spiccata la potenza olfattiva, con intenso profumo aromatico di frutta a buccia rossa, ribes e lamponi. Leggermente tannico, di ottimo corpo sapido, lungo e vellutato.

Consigliamo di degustarlo alla temperatura di 14-15 °C. stappando la bottiglia al momento del consumo.

A tavola si sposta con formaggi a pasta molle, di media stagionatura, antipasti di salumi. Ottimo anche l’abbinamento con il pescato, preparazioni al vapore di pesci come rombo, sgombro, orata, crostacei alla brace, il tonno scottato e il pescespada in salsa.

 

SCHEDA TECNICA BARDIA
Classificazione Isola dei Nuraghi I.G.T.
Uve Autoctone a bacca rossa.
Zona di produzione Vigneti di Isalle.
Altimentria 150 mt s.l.m.
Forma di allevamento Cordone speronato.
Lavorazione Macerazione e prefermentazione a freddo.
Descrizione

logo_cantina_di_dorgali_le_stradedelvino-300x168

DORGALI

Cantina Sociale di Dorgali

Nel lontano 1953, nella costa orientale della Sardegna, un gruppo di agricoltori dorgalesi fonda Cantina Dorgali. Grazie ad una costante crescita, è da oltre mezzo secolo una delle realtà più importanti del mondo vitivinicolo sardo. Oggi Cantina Dorgali affronta una nuova sfida: la realizzazione di un nuovo progetto che riqualifichi le produzioni passando per la valorizzazione della cultura, della storia e delle tradizioni del territorio. Protagonista assoluto è il Cannonau, vitigno principe della vitivinicoltura regionale che in questa area, per le sue peculiarità pedoclimatiche riesce ad esprimere caratteri variatali finora poco conosciuti e non ancora completamente valorizzati.

I cambiamenti migliorativi iniziano dalla vigna, attraverso una diversa cultura e coltura delle produzioni, puntando sulle basse rese per ceppo e programmando tutte le lavorazioni fino alla vendemmia. In cantina poi, le tecnologie non sono sofisticate, ma adeguate all’esigenza di esaltare le caratteristiche varietali del cannonau e degli altri vitigni autoctoni presenti nel territorio. Grazie a questa nuova filosofia il territorio si riappropria della sue vera identità, ritenuta la base per la crescita e la valorizzazione di tutti i vini prodotti.

Informazioni aggiuntive
Peso 1.2 kg
Dimensioni 9 × 9 × 32 cm