ANTIGUA – Cantina Santadi

7,90

 CLASSIFICAZIONE

Monica di Sardegna DOC.

 PROVENIENZA

Vino di antica tradizione isolana proveniente da una selezione delle migliori uve Monica allevate ad alberello e controspalliera poco espansa.

 COMPOSIZIONE DEL SUOLO

Terreni tendenzialmente di medio impasto, argillosi, sabbiosi e calcarei.

 UVAGGIO
Monica 85%, Carignano 15%.
CLIMA
Caldo-arido in estate, temperato d’inverno.
EPOCA DI RACCOLTA
La vendemmia delle uve Monica, in annate regolari, avviene nella seconda metà di Settembre.
VINIFICAZIONE
Il mosto fermentato in presenza delle bucce e sottoposto a periodici rimontaggi, prosegue la sua evoluzione in vasche di cemento, dove svolge la fermentazione malolattica e si affina organoletticamente.
CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE

Colore: rosso rubino con riflessi violacei. Profumo: di buona complessità aromatica, al naso ricorda sentori di mora e mirtilli. Gusto: piacevole al palato per le buone doti di morbidezza e struttura.

 CONSERVAZIONE
Conservare ad una temperatura costante di 17 °C e un’umidità del 75-80%, al riparo dalla luce e mantenendo la bottiglia in posizione orizzontale.
SERVIZIO
Si serve in un calice di ampiezza medio-grande e imboccattura media, alla temperatura di 16-18 °C.
GASTRONOMIA
Si affianca molto bene a carni di capretto e di agnello e a saporiti formaggi.

Esaurito

Descrizione

SANTADI

Una storia fatta di territorio, carignano e persone La Cantina di Santadi nasce nel 1960 per volontà di un gruppo di produttori di uva, coordinati dall’ETFAS, ossia l’Ente per la trasformazione fondiaria e agraria in Sardegna, con l’intento di trasformare le uve in forma associata e vendere il vino ottenuto. L’ubicazione è a Santadi, zona sud-occidentale della Sardegna, nel cuore del Sulcis. Sino agli anni ’80 l’attività è limitata alla produzione e vendita di vino sfuso, con timide iniziative di vendita di vino imbottigliato, con scarsi risultati. A metà anni settanta, con l’arrivo di un nuovo consiglio di amministrazione, capeggiato dall’attuale presidente Antonello Pilloni, avviene la svolta. Il nuovo gruppo dirigente è animato da grande entusiasmo e passione e, chiamato, in qualità di consulente, l’enologo di fama internazionale Giacomo Tachis, che prende a cuore le sorti della Cantina Santadi, si affeziona al territorio, e con il suo intervento i vini della Cantina di Santadi fanno un salto di qualità, tanto da essere immediatamente accettati nei mercati più importanti, con riconoscimenti di grande qualità e forte identità. Da allora ad oggi è stato un continuo crescendo, il marchio dei vini Santadi è sempre più diffuso ed apprezzato in tutto il mondo, il cui successo è sicuramente dovuto alla squadra, ovvero i produttori, gli amministratori, i commerciali, i collaboratori e le maestranze tutte, che rappresentano per il territorio un patrimonio di grandi professionalità.

Informazioni aggiuntive
Peso 1.3 kg
Dimensioni 10 × 10 × 32 cm