NRG – Quartomoro

16,90

logo_quarto_moro_di_sardegna_lestradedelvino_sardegna

Memorie di Vite |NRG|

Vino poco moderno; vino difficile e duro. Un rosso mascherato da bianco; un bianco di altri tempi che ancora emoziona proprio per il suo carattere poco raffinato e la grande tannicità.

|Memorie di Vite| è il nostro viaggio, il sogno, il progetto di valorizzazione di perle viticole, il progetto di valorizzazione di vitigni autoctoni della Sardegna, il nostro percorso attraverso le vigne più vecchie della Terra Sarda, attraverso i racconti appassionati e appassionanti di anziani vignaiuoli, che hanno, della vita e del lavoro in vigna, una visione per noi degna di grande rispetto, rispondente spesso ai nostriideali. …un progetto radicato, meditato, supportato da amici che, come noi, vogliono bene alla nostra Italia Viticola, alle sue grandi risorse e perle viticole, al patrimonio ampelografico e di tradizione contadina. Un progetto nato dalla condivisione culturale, che vogliamo mantenere interattivo, negli svariati aspetti del nostro mondo.

Contraddistinto da scelte determinanti e ambiziose: piccole quantità di uve, max cinque quintali, prelevate da vigneti vecchi, selezionati nelle varie zone vocate, per qualità di terreni o per tradizione, preferibilmente franchi di piede con allevamento ad alberello o a spalliera con potatura corta (comunque poco espansi e privi di irrigazione); vinificazioni semplici, senza tecnologia, ma con tecnica e qualche ricordo; lieviti autoctoni che fermentino un mosto ricco di storia, di gesti e di lavoro; una maturazione e decantazione lenta, naturale; un imbottigliamento e confezionamento artigianale; una chiusura con tappo corona in acciaio, innovativo e tradizionale allo stesso tempo, funzionale per mantenere i vini più a lungo possibile; una bottiglia dalla ricercata semplicità che ci ricorda il fiaschetto di Nonno; etichette minimali che intendono raccontare storie di vitigni.

Un progetto che richiede tanto impegno, ma in grado di gratificare, di offrire tante soddisfazioni ed emozioni. Mosso da un importante desiderio-obiettivo: creare una teca della Sardegna enologica. Non sappiamo se ci riusciremo… al momento mettiamo a disposizione il frutto del nostro lavoro… e nel frattempo appendiamo il cartello “lavori in corso”.

SCHEDA TECNICA MEMORIE DI VITE |NRG|
Classificazione
Uve Nuragus.
Provenienza Basso Campidano.
Allevamento Alberello.
Anno d’impianto 1958
Suolo Misto sabbia argilloso.
Resa per ettaro 8000 kg/ha
Descrizione

logo_quarto_moro_di_sardegna_lestradedelvino_sardegna

Arborea

Quartomoro di Sardegna

La Quartomoro di Sardegna è una piccolissima, giovane azienda in evoluzione.

Quartomoro di Sardegna vuol essere un intreccio di vite, di esperienze e di culture, così come il luogo in cui nasce: Arborea e la Sardegna.  Arborea, testimonianza viva della sinergia tra sardità e continentalità. la Sardegna, terra con una biodiversità tra le più interessanti d’Europa.

Nella nostra cantina, in Arborea, proviamo a trasformare le uve con grande semplicità, affiancandoci e accompagnando la natura in silenzio e con grande rispetto. Vinifichiamo le perle viticole, che ci vengono donate dalla terra, con pigiatrice, torchietto del nonno, e contenitori molto essenziali, che ci consentano di guidare la fermentazione alcolica senza deviazione microbiologica, ad opera di batteri o lieviti antipatici. Nostro intento è mettere in evidenza le note varietali delle nostre uve.

Le nostre vigne si trovano nel vicino comune di Marrubiu, ai piedi del Monte Arci, su un terreno di medio impasto, tendente al sabbioso, con disfacimento di ossidiana. Le vigne di |Memorie di Vite|sono dislocate nelle terre più vocate delle zone storiche delle DOC e IGT.

Il nostro auspicio è produrre vini-espressione della nostra terra sarda. Con questo intento, quotidianamente ci impegniamo, cercando di lavorare al meglio, con il minimo intervento in vigna e in cantina, nel rispetto dei processi naturali.

La nostra è una viticoltura convenzionale, con concimazione organica e minerale. I trattamenti anticrittogamici limitati rispettano le regole dell’agricoltura integrata, che produce vini senza residui di molecole chimiche. Si sta prospettando la conduzione delle nostre vigne con il metodo biologico.

La raccolta delle uve è manuale, con conferimento in cassette.

Segue pigiatura e pressatura del mosto e, previa decantazione, fermentazione avviata con lieviti selezionati, per il vino che costituirà lo spumante |Q|Quartomoro| e autoctoni, per i vini fermi del progetto Memorie di Vite.

Informazioni aggiuntive
Peso 1.3 kg
Dimensioni 9 × 9 × 30 cm